Ti sei perso/a le parti precedenti? Ti lasciamo i link qui sotto:
“Mi ero “esposta” chiedendo a  Giuseppe di venire con noi dal dentista e lui non si era fatto vivo. Delusione tremenda. Sia per me che per Pietro, che lo aspettava e aveva insistito tanto perché lui venisse con  noi. Io e Pietro non sapevamo nemmeno cosa dirci. Ci scambiavano sguardi che sembravano dire “è successo di nuovo, è sparito ancora” ma non avevamo nemmeno il coraggio di verbalizzare quel pensiero e di parlarne. Pietro mandava messaggi a suo padre e lui non gli rispondeva e così facevo anche io, nessuna risposta. Mi ero sforzata tanto a perdonarlo per il danno fatto all’apparecchio di Pietro, mi ero detta di essere stata troppo dura con lui e poi? È sparito di nuovo.
Così, dopo aver scoperto di dover pagare ben tremila euro al dentista, io e Pietro ce ne siamo tornati a casa, senza scambiarci una parola. Era stata una giornata terribile.
Appena rientrati Pietro si era chiuso in camera e non era più uscito. Già avevo capito che non avrebbe voluto cenare… Poi a un certo punto qualcuno ha suonato il citofono…”

#1/20

#2/20

#3/20

#4/20CONTINUA A LEGGERE QUESTA STORIA CLICCANDO QUI SOTTO SU “SUCCESSIVA”