Giugno è il mese degli arrivederci.

Giugno è un mese infame, perché se da una parte ci catapulta nell’atmosfera estiva, dall’altra mette a dura prova le nostre relazioni. Perché si sa, con il richiamo del mare, del sole, della spiaggia, degli aperitivi al tramonto, l’unica cosa che vorremmo fare è goderci questa fantastica stagione senza rotture di palle e ringraziare ogni giorno la Divina provvidenza per averci fatto nascere in Italia, il paese più bello del mondo (scusate questo impulso nazionalista).

La storia di oggi ce la manda un ragazzo per raccontarci la sua vicenda. Da mesi si stava frequentando in maniera molto saltuaria con una donna, che però non si sbilanciava continuando allo stesso tempo a tenerlo nel suo limbo, controllandolo senza concedersi. In poche parole: non gliel’aveva data. Ma il problema è che non si erano nemmeno mai baciati. E vi dirò di più, erano usciti solo una volta… ma a lui gli piaceva troppo.

Tuttavia, ad un certo punto, stufo di aspettare, decide di cadere fra le braccia di un’altra, generando una reazione in lei e convincendola a vedersi un’ultima volta per un aperitivo in modo da salutarsi in amicizia. Lei infatti stava per partire per la Puglia, dove avrebbe lavorato come animatrice per 3 mesi.

Tutto il resto è leggenda, buona lettura.

[cresta-facebook-messenger text="Inviaci i tuoi screen" icon="yes" position="top"]
[cresta-facebook-messenger text="Inviaci i tuoi screen" icon="yes" position="top"]
2
3
4
5