Hai letto le prime due parti? Ah no!? Ti lasciamo i link qui sotto:

PARTE 1

PARTE 2

“A un certo punto la situazione ha preso una piega assolutamente imprevista… Perché mentre parlavamo del test di paternità è successo qualcosa di veramente grave che ho vissuto davvero come un incubo. Purtroppo il mio compagno ha trovato le mie conversazioni con Alessio e ha scoperto che lui era stato sotto casa nostra la sera prima e soprattutto che io avevo questo dubbio rispetto a chi fosse il padre di Samuele. Non ho potuto strappargli il telefono dalle mani perché mentre leggeva mi sono letteralmente pietrificata e ho iniziato a piangere. È stato veramente terribile e mi sono sentita davvero malissimo. Si è arrabbiato da morire e ha preso praticamente il controllo del mio telefono iniziando a parlare con Alessio… Dal lì la situazione è andata completamente fuori controllo e la cosa ha preso una piega veramente terribile… Non volevo questo. Mi sentivo in colpa… Nei confronti di tutti… Dovevo fare qualcosa, lo dovevo soprattutto a Samuele ma anche ad Alessio e al mio compagno… Così ho preso una decisione…”

#1/17

#2/17

#3/17

#4/17
CONTINUA A LEGGERE QUESTA STORIA CLICCANDO QUI SOTTO SU “SUCCESSIVA”