Ciao a tutti vi mando questa storia perché vorrei che le persone trovassero il coraggio di dire quello che pensano quando si trovano davanti a situazioni che non vanno bene anche a costo di passare per i rompi scatole. Io abito in una grande città e condivido la casa con un coinquilino che, all’epoca, si era trasferito da qualche mese. Quando è arrivato a casa ero anche abbastanza felice perché mi sembrava un tipo simpatico e poi aveva due cani e io vado molto d’accordo con gli animali. I problemi sono iniziati quando ho cominciato a notare che lui non se ne prendeva minimamente cura. Li lasciava ore e ore da soli, non li lavava mai ( e quindi puzzavano da morire), loro piangevano tutto il giorno e spesso facevano i bisogni a terra facendo puzzare ancora di più tutta casa… Ho resistito per qualche mese anche se con molta difficoltà. Non passando moltissimo tempo a casa, non lo vedevo spesso e quindi non riuscivo nemmeno a parlarci per cercare di capire perché non portasse i cani fuori più spesso ecc.

Un giorno però sono uscita da camera mia dopo aver studiato un pó e ho sentito piangere e abbaiare, graffiare con le unghie sulla sua porta della stanza e nel frattempo ho sentito ancora una volta quella forte puzza di pelo di cane mista a urina e feci…non ce l’ho fatta più e ho deciso di scrivergli per affrontarlo. Ho deciso che avrei preso la cosa di petto.

#1/18

#2/18

#3/18

#4/18CONTINUA A LEGGERE QUESTA STORIA CLICCANDO QUI SOTTO SU “SUCCESSIVA”