“Ciao a tutti ragazzi, il mio nome è Andrea e state per leggere una storia da “diabete” ma allo stesso tempo molto dura. Sono un ragazzo estremamente affettuoso quando una persona mi interessa davvero, ma contemporaneamente anche molto severo e cinico, insomma dipende dalla situazione.
Questa conversazione è di mesi fa oramai ed era l’inizio di tutto, di tutto l’amore che ho provato per Rossella e di tutto l’amore che, sì, provo ancora ma non stiamo più insieme a causa del fatto che salirà per l’Università e non ce la siamo sentita di continuare a distanza. È vero che la distanza è un numero e tutte quelle storie lì ma non vogliamo rischiare di farci male. È anche vero che ora stiamo peggio, ma non so, abbiamo deciso di fare così.
Invio questa conversazione perché possa essere da monito per tutti. Rossella è una persona stupenda, ed è dire poco; tanto stupenda che si è “meritata” una persona di m***a per tutti quegli anni al suo fianco. Che lei porta ancora dei traumi e che se un uomo vuole fare il padrone, si prendesse un altro quadrupede.
Chi picchia una donna è una m***a. Non è un uomo.
Mi rivolgo alle donne dicendo che al di fuori c’è altro, non abbiate paura e fatevi aiutare.
Mi rivolgo agli uomini e dico di essere sempre gentili, premurosi e soprattutto rispettosi.”

#1/8

#2/8

#3/8

#4/8CONTINUA A LEGGERE QUESTA STORIA CLICCANDO QUI SOTTO SU “SUCCESSIVA”