“Sono un ragazzo come tanti, io mi chiamo Davide e sono fidanzato con Valeria, una ragazza che non è come tante. Non perché non sia bellissima o perché non stia bene con lei, ma perché vivere questa relazione è qualcosa di assurdo, secondo me. Ma ora cerco di spiegarvi meglio. Io ho 24 anni, lei è mia coetanea, quindi non dovremmo avere modi troppo differenti nel vivere la coppia, ma mi sono reso conto che tutto si rifà sempre all’esempio che ricevi dai genitori. Sto con lei da un anno e mezzo e solitamente va tutto bene, si trascorrono i momenti insieme tra risate, divertimento e amore. Io però sono un tipo già chiuso di mio, che ho difficoltà a esprimere ciò che provo e che ho bisogno dei miei tempi, in particolare quando ci sono quei rari momenti in cui si arriva a litigare per una cosa o un’altra. Lei, invece, non solo è l’opposto mio, non solo vuole che sia come lei, ma è abituata a fare una cosa molto particolare per affrontare i problemi. Dopo che lei se l’è presa per una inezia che ho fatto, ha proposto di nuovo questa sua soluzione perciò vi chiedo se è normale secondo voi.”

#1/13

#2/13

#3/13

#4/13CONTINUA A LEGGERE QUESTA STORIA CLICCANDO QUI SOTTO SU “SUCCESSIVA”