Mi chiamo Lucrezia, vivo a Rimini, ora ho 33 anni, ma all’epoca degli sceeenshot ne avevo 29. Ero felicemente fidanzata da 10 anni con un ragazzo che amavo, e che pensavo mi amasse.
Le cose tra di noi, dopo un brutto periodo, stavano ricominciando a funzionare bene. Lui mi aveva anche chiesto di sposarlo, regalandomi l’anello dei miei desideri.
Mi sembrava di vivere in un sogno, era tutto così perfetto. Finché una sera non mi crolla il mondo addosso.
All’epoca ero un’aspirante fotografa, lavoro che svolgo adesso, e portavo sempre con me la mia macchina fotografica. Compresa quella maledetta sera. Così ho potuto provare su carta tutto quello che avevo appena visto con i miei occhi. Il mio ragazzo, ora fortunatamente ex ragazzo, mi aveva tradita.
Nelle settimane successive, Marco ha continuato a scrivermi su WhatsApp, usando sempre telefoni dei suoi amici, perché io ovviamente lo avevo bloccato.
Un giorno, stanca dei suoi comportamenti infantili, ho deciso di dargli corda perché volevo sapere i motivi che lo avevano spinto a tradirmi.
Pensavo che le delusioni fossero finite lí. Tra me e me mi dicevo che, di peggio, non poteva farmi. Mi sbagliavo. Il peggio non era nemmeno arrivato ancora…
Leggete tutta la storia per sapere le altre due sorprese che il pezzo di merda mi aveva riservata. E scusatemi se alla fine ho perso la pazienza, ma sono umana anche io.
So che ha cambiato città, ora vive a Roma. Dunque, ragazze romane, mi dispiace per voi, e state attente alle persone di cui vi fidate!

#1/19

#2/19

#3/19

#4/19

#5/19

CONTINUA A LEGGERE QUESTA STORIA CLICCANDO QUI SOTTO SU “SUCCESSIVA”