“Ciao Spunteblu. Non so se sarò criticato dai vostri follower per questa conversazione, probabilmente sì, però essendo un vostro seguace da tempo vorrei aprire un piccolo dibattito su questo tema che mi ha toccato da molto vicino. La mia relazione sta finendo (o possiamo dire che è praticamente finita) perché io e Giorgia non vogliamo le stesse cose. Il fatto veramente sconvolgente è che vi assicuro che quando ho conosciuto Giorgia lei era molto più libera da stereotipi e problemi vari, lei viveva guardando soltanto a quello che desideravamo insieme. Non pensava a quello che facevano i suoi amici. Ora invece si ispira ai modelli della società. Dobbiamo per forza fare quello che fanno gli altri, altrimenti siamo strani, diversi. Ma mi chiedo, che c’è di strano a essere strani e diversi??? Che c’è di male a essere noi stessi se non ce la sentiamo di fare alcune scelte?

I nostri amici sono ormai quasi tutti sposati, quasi tutti con figli e noi siamo rimasti quasi gli unici senza questi “fondamentali” requisiti.

Prima Giorgia non aveva bisogno di questo, adesso invece sembra di sì…”

#1/18

#2/18

#3/18

#4/18
CONTINUA A LEGGERE QUESTA STORIA CLICCANDO QUI SOTTO SU “SUCCESSIVA”