“Ciao a tutti ragazzi di Spunteblu… Vi mando una storia che secondo me deve far riflettere su quanto la gente è disperata. Io sono una ragazza di 30 anni e abito in una palazzina di cinque piani nella zona est di Roma. Un giorno, mentre ero a casa con un’amica, improvvisamente mi sono resa conto che stava comparendo molto velocemente una macchia sul soffitto e che quindi c’era una perdita di acqua dal piano di sopra. Sono corsa su ma non ho trovato nessuno. Ho provato a chiamare il signore che ci abita ma non mi ha risposto al telefono, quindi ho chiamato l’amministratore, che mi ha detto che avrebbe fatto il possibile. Col passare dei minuti la macchia iniziava a diventare una vera e propria perdita che gocciolava dentro casa mia. Dopo un po’ di tempo senza che nessuno venisse a fermare la perdita (l’  acqua usciva anche dalla porta di casa loro) ho chiesto agli altri vicini ulteriori contatti di queste persone e ho ottenuto il numero del figlio di questo signore, di cui io non mi ricordavo proprio l’esistenza, perché non si faceva vedere quasi mai. Così ho deciso di mandargli un messaggio su whatsapp…io ero nel panico e lui invece di essere efficiente come avrebbe dovuto ha avuto un atteggiamento a dir poco assurdo, secondo me la gente è proprio disperata… “

#1/17

#2/17

#3/17

#4/17
CONTINUA A LEGGERE QUESTA STORIA CLICCANDO QUI SOTTO SU “SUCCESSIVA”