“Ciao Spunte Blu, sai come si fa a festeggiare il proprio anniversario in un baracchino della piadina alle 14:20 anziché al ristorande specializzato in pesce prenotato giorni prima? È semplice. Basta stare con una come Silvana che ci mette ore a prepararsi. In un anno credo d’averla vista struccata due volte. Silvana ha una serie di rituali che le prendono anche un giorno intero, una riserva di strumenti di tortura che manco l’Inquisizione spagnola, ed è maniacale per cui non esce di casa manco a buttare l’umido se prima non ha controllato di avere la matita intorno agli occhi perfettamente simmetrica se no ha paura la prendano per una trasandata. Quel giorno abbiamo discusso di libero arbitrio perché lei sembra completamente sprovvista di questa grazia: è convinta che in quanto donna non possa che avere le gambe perfettamente depilate. Vi dico un segreto, signorine lettrici: se non è che c’è la foresta amazzonica, noi maschi manco ce ne rendiamo conto se vi siete passate o meno il rasoio, il depilatore, la ceretta o chissà cos’altro! Alla fine, la scena di due vestiti come ad un pranzo di gala ma al baracchino fa pure ridere, ma un giorno Silvana si dovrà dare una svegliata perché il mondo non è che aspetta che lo smalto s’asciughi.”

#1/8

#2/8

#3/8

#4/8
CONTINUA A LEGGERE QUESTA STORIA CLICCANDO QUI SOTTO SU “SUCCESSIVA”