“Buongiorno, mi presento, sono una madre di famiglia, sposata da 22 anni e che ha un figlio di 17 anni di nome Roberto… Gli screen sono infatti della chat che ho avuto con lui qualche giorno fa, in quanto risulta essere in punizione poi che è stato bocciato alle scuole superiori… E non ne vado fiera di ciò, anche con la dad è riuscito a farsi bocciare, l’apoteosi del non studiare in pratica… Così ho deciso insieme a mio marito di metterlo in punizione perché vorremmo che almeno lui finisse le scuole superiori, al giorno d’oggi non si trova molto lavoro, quindi almeno il diploma lo vorremmo… Il risultato della nostra punizione a quanto pare non è arrivato, infatti, dai suoi messaggi si evince quando gliene possa fregare della punizione stessa e di quanto possa importargli la scuola… Ad ogni modo è vero, I ragazzi non vanno rinchiusi perche si ottiene così solamente l’effetto contrario… Si ribellerebbero seduta stante, e così è giusto adottare altre soluzioni, come abbiamo fatto io e mio marito:) “

#1/8

#2/8

#3/8

#4/8CONTINUA A LEGGERE QUESTA STORIA CLICCANDO QUI SOTTO SU “SUCCESSIVA”