“Buongiorno Spunteblu! Vi invio questi screen per raccontarvi la mia storia. Ho lavorato per pochi mesi nella reception di un centro sportivo, all’interno del quale eravamo tutte ragazze più o meno della stessa età (dai 20 ai 30 anni circa), con le quali avevo anche stretto un buon rapporto. 

Sia io che le mie colleghe abbiamo sempre avuto un ottimo rapporto anche con il nostro titolare, un signore sulla sessantina ma decisamente spigliato e alla mano. Spesso durante le pause ci offriva il caffè, o l’aperitivo, o a volte ci fermavamo dopo il lavoro a bere qualcosa insieme, sia io che le mie colleghe. 

Era anche il classico tipo che ti scriveva su Whatsapp per chiederti come andava, etc… per questo non ci ho mai visto nulla di male nel rapporto confidenziale che si era creato. Tanto più che, essendo anche fidanzata da tre anni, spesso veniva il mio ragazzo sul posto di lavoro a portarmi la cena oppure a salutarmi o semplicemente ad allenarsi in palestra. 

Non ho mai dato segni di interesse nei confronti del mio titolare, quindi i messaggi che mi ha inviato dopo la fine del nostro rapporto lavorativo, mi hanno veramente angosciata e intristita… mi sono sentita come se la colpa fosse mia e come se in qualche modo fossi “sporca”… voi come l’avreste gestita? Come mi consigliate di procedere se la cosa dovesse in qualche modo prolungarsi o ripetersi???”

#1/19

#2/19

#3/19

#4/19
CONTINUA A LEGGERE QUESTA STORIA CLICCANDO QUI SOTTO SU “SUCCESSIVA”