Ci scrive un ragazzo per mostrarci questa discussione avuta con la sua ragazza: “Salve SpunteBlu. Vi contatto perché ho litigato con la mia fidanzata perché lei mi ha mancato di rispetto inventando delle cose sul mio conto che ha detto ai suoi genitori per non dire la verità perché aveva paura della reazione dei suoi genitori per l’appunto. Io credo che certe cose nel ventunesimo secolo siano davvero assurde, è chiaro che se ne sentono di tutti i colori in questi tempi di storie e storiacce su questo argomento, ma non ti aspetti mai di dover vivere queste situazioni in prima persona. Forse io ho reagito un po’ male perché non ho cercato di creare un dialogo ma mi sono chiuso subito come un armadillo, ma in quel momento non ho pensato ad altro se non a mettermi sulla difensiva. Però non credo di aver esagerato nel chiedere che sia detta la verità e nel pretendere delle scuse. Certi pregiudizi non ci dovrebbero essere, perché uno non sceglie da chi nasce, come nasce, dove nasce e quali sono le scelte e le preferenze dei propri genitori, è assurdo dover parlare ancora di queste cose.”.

#1/19

#2/19

#3/19

#4/19CONTINUA A LEGGERE QUESTA STORIA CLICCANDO QUI SOTTO SU “SUCCESSIVA”