“Ciao a tutti, sono un giovane ragazzo di 23 anni, mi chiamo Antonio, e sono molto educato, paziente e comprensivo, anche se nella chat che ho inviato perdo un attimo le staffe però di solito rispecchio quelle caratteristiche.
Allora la chat è con la ragazza con lui mi sentivo da all’incirca 3/4 mesi, lei si chiama Maria, ha la mia stessa età. Ci siamo trovati bene all’inizio e fin da subito e poi le ho scritto io. Ci siamo sempre sentiti regolarmente e se pur per così poco, comunque io mi stavo affezionando ma sempre senza aprirmi del tutto. C’erano già stati diversi baci e cose un po’ che vanno oltre e più spinte e quindi mi aspettavo che se fosse capitata mai l’occasione, allora si sarebbe arrivati al dunque…ecco in realtà al dunque ci siamo arrivati ma poi mi ha in pratica cacciato di casa perché io mi sono tolto la maglietta e ho delle cose che mi contraddistinguono, cioè ho delle cicatrici sul corpo a causa di un’aggressione quando ero più piccolo da parte di un branco di cani randagi.
Ecco e lei è stata molto superficiale e davvero una persona con poco tatto. E niente mi ha “lasciato”, abbiamo smesso di sentirci. Che assurda. Quante bambine che si credono donne che stanno in giro.”

#1/7

#2/7

#3/7

#4/7CONTINUA A LEGGERE QUESTA STORIA CLICCANDO QUI SOTTO SU “SUCCESSIVA”