“Salve a tutti, il mio nome è Carlotta, ho 27 anni e odio essere invitata ai matrimoni. In realtà non sopporto nemmeno essere invitata a qualsiasi altro tipo di celebrazione che mi imponga di vestirmi di tutto punto, soprattutto se per persone di cui non mi importa o se mi importa nei limiti del giusto. Deve essere proprio un familiare strettissimo, tipo me e basta. Battesimi, comunioni, lauree e quant’altro proprio non le reggo. Sarò cinica magari, antipatica forse, ma fatto sta che io preferisca starmene spaparanzata a letto a casa mia che dover partecipare a questo genere di circhi. Però quando mia cognata, Laura, si sposa e mi invita alle nozze non posso di certo dare buca. E quindi andiamo a sto matrimonio. Vi dico queste cose perché non sono assolutamente dalla parte della ragione. So che molti di quelli che mandano gli screen credono di essere nel giusto e poi hanno torto marcio. Ecco io so di aver sbagliato e di essermi comportata male, ma capitemi che già di mio non sono molto propositiva riguardo l’evento, in più mi ritrovo a che fare con una ragazza che mi urta i nervi e lì scoppia il casino.”

#1/17

#2/17

#3/17

#4/17CONTINUA A LEGGERE QUESTA STORIA CLICCANDO QUI SOTTO SU “SUCCESSIVA”