“Salve a tutti, io mi chiamo Nicola e da poco ho avuto una specie di “ritorno di fiamma” con una ragazza con cui mi frequentavo ai tempi del liceo. Faccio il barista e ho lavorato anche all’estero, non mi dispiace fare questo lavoro ma a quanto pare, come ho scoperto, dovrei aspirare a fare “altro” ma a me il mondo mio piace così com’è, pure se dovessi di nuovo andare a rifare le stesse cose in Germania o in Inghilterra: ho la mia dignità intatta, cosa che non si può dire di tutti. Sara, la mia “ragazza” di quando ero ragazzino, mi ha contattato qualche giorno fa perché diceva, e uso parole sue, che sono una delle persone che ricorda con più affetto e secondo lei sarei il ragazzo migliore che ha avuto. Adesso io non so se sta cosa è vera o se la gente dice così del primo fidanzatino per forza, ma a me m’è venuta un po’ di nostalgia. Lavorando al bar è come stare in salone del parrucchiere le donne, credo, e ne ho sentito un po’ di cose strane sul conto di Sara, perché voleva fare la modella: certe volte mi sembravano esagerazioni, certe volte mi chiedevano se certe storie erano vere perché l’avevo conosciuta, ma io onestamente me ne fregavo. Poi mi ha scritto sta cosa e poi che voleva andare al mare con me: mai l’avessi fatto, ragazzi, non vi fate fregare. Sembrava avessimo trovato un po’ di intimità, poi ha guardato le foto sul suo cellulare e ha urlato di portarla subito a casa. Il resto lo leggete dopo.”

#1/18

#2/18

#3/18

#4/18CONTINUA A LEGGERE QUESTA STORIA CLICCANDO QUI SOTTO SU “SUCCESSIVA”