“Un caro saluti a tutti, mi chiamo Romina e sono sulla soglia dei 30 anni. A malincuore invio questa conversazione avuta con mia mamma che in questo caso rappresenta ciò che di più odio al mondo e cioè la mancanza di rispetto e il fatto di non volersi allontanare da alcuni pensieri, se pur viviamo nel 2021.
La conversazione è avvenuta esattamente il giorno dopo che io sono uscita con un ragazzo. Le avevo già detto che mi avrebbe portata a cena, ma non sapevo nient’altro perché ho lasciato che prenotasse lui. Alla fine siamo andati al sushi, già questo non stava andando bene a mia madre che poi ha dato il meglio di sé quando mi ha fatto una domanda e le ho detto che abbiamo diviso la cena. Ha iniziato a tirare fuori i “migliori” discorsi sul fatto che deve fare tutto l’uomo altrimenti non può ritenersi tale, come se l’uomo dovesse rispettare dei dettami arcaici che non gli competono più oramai. Ecco, questo in sostanza; in pratica leggete e ditemi come si potrebbe risolvere una situazione così surreale dato che non vorrebbe mai conoscerlo qualora dovesse continuare.”

#1/9

#2/9

#3/9

#4/9CONTINUA A LEGGERE QUESTA STORIA CLICCANDO QUI SOTTO SU “SUCCESSIVA”