Ci scrive un ragazzo per mostrarci questa conversazione con la sua fidanzata: “Ciao Spunte Blu! Ho deciso di scrivervi e mandarvi questo pezzo di chat con la mia fidanzata, anche
se un po’ mi vergogno di lei e per lei e di quello che ha scritto nei messaggi, ma comunque credo sia un contenuto che fa al caso vostro, perché tali assurdità devono essere condivise, meritano di esserlo.
Si, ho parlato di assurdità (per non usare parolacce) perché altrimenti non saprei definirle. Se avete un altro termine o sinonimo sugerritemelo perché per me sono questo e nient’altro. Come si possono dire queste cose io non lo so, come si possono anche solo pensarle, come possono passare per la mente di una persona una cosa del genere, io non ne ho idea e non mi capacito di come sia possibile, aiutatemi voi, vi prego, vi supplico. Non ho altro da aggiungere perché non credo ci sia null’altro da aggiungere, lascio a voi la lettura e la visione ed ovviamente l’interpretazione, io sono senza parole e mi son cadute le braccia, solo questo.”.

#1/17

#2/17

#3/17

#4/17CONTINUA A LEGGERE QUESTA STORIA CLICCANDO QUI SOTTO SU “SUCCESSIVA”