“Consiglio spassionato: parlate col vostro ragazzo / vostra ragazza più che potete e di tutto!! O cadrete nel mio errore che per troppa superficialità mi sono accorto di non conoscere la mia ragazza dopo due anni di relazione… Io e lei ci siamo conosciuti quando entrambi vivevamo in Spagna. Dopo che ci siamo messi insieme abbiamo passato un anno spensierato, a parte la parentesi lockdown. Talmente tanto piacevole è stato, che poi abbiamo deciso di progettare una convivenza. Prima di tutto siamo tornati in Italia, perché il nostro futuro lo volevamo qua. 

Noi siamo della stessa regione e i nostri due comuni non sono troppo lontani. Volevamo passare un primo periodo ognuno nella casa dei genitori, e poi almeno un anno andare insieme in un appartamento in affitto. Quel periodo dopo la Spagna io ho conosciuto la sua famiglia, e lei è venuta qualche volta a visitare casa nostra. 

Siccome per una coincidenza incredibile tutti e due facciamo il compleanno lo stesso giorno in estate, avevamo deciso di fare una festa in comune, con alcuni suoi invitati e alcuni miei. La festa era programmata dai suoi perché hanno un giardino grandissimo e bellissimo. Eppure nell’ultimo periodo lei mi era sembrata molto strana, avevo l’impressione che avesse sempre da ridire su tutto. Ma non potevo mai mai mai pensare cosa bolleva in pentola per il compleanno. Un pomeriggio che ero stanchissimo perchè ero tornato a casa tardi, mi dice quella cosa che ha cambiato tutto….”

#1/18

#2/18

#3/18

#4/18
CONTINUA A LEGGERE QUESTA STORIA CLICCANDO QUI SOTTO SU “SUCCESSIVA”