“Salve Spunte Blu, sono consapevole che questo genere di chat non è quello che pubblicate di solito, quindi capirò se non vorrete postare la mia storia. I fatti risalgono a qualche settimana fa, ancora ad Halloween, ma ho trovato solo ora il coraggio di condividere questo peso con qualcuno. 

Piccola premessa che lega il tutto insieme. Fin da bambina, ho sempre amato Halloween. Tutto quanto: i dolci, gli scherzi, gli horror. Ma soprattutto travestirmi. Col tempo però, è diventata una cosa sempre più abitudinaria, perchè dovevo nascondere continuamente la vera me. 

O meglio, IL vero me. I miei genitori non l’hanno mai notato, credo, ma sicuramente vedevano che ad ogni Halloween, invece che travestirmi da principessa, poliziotta o wonder woman, io ho sempre preferito cose più “maschili” (che rubo a mio fratello maggiore), semplicemente perchè almeno una volta l’anno ciò che sento di essere e ciò che potevo essere erano “socialmente accettabili”, e quindi potevano coesistere. 

Beh quest’anno è andato tutto male. Mia madre, che solitamente tende a farsi gli affari suoi, decide di comprarmi un costume da diavoletta per halloween perchè secondo lei mi sarebbe stato bene. Inutile dire che nel vedermi uscire a festeggiare con jeans e camicia l’abbia un po’ addolorata, ma lì per lì non mi ha detto nulla. 

Ma mentre sono ad una delle feste più belle a cui abbia mai partecipato, mi arriva un suo messaggio, e lì mi crolla il mondo.”

#1/17

#2/17

#3/17

#4/17

CONTINUA A LEGGERE QUESTA STORIA CLICCANDO QUI SOTTO SU “SUCCESSIVA”