L’estate 2020 si sta rivelando l’estate più strana degli ultimi decenni, con restrizioni in tutta Italia, l’impossibilità (ancora momentanea) di ballare, e quelle dannate mascherine che dobbiamo mettere ogni volta che andiamo al bar o al ristorante. Ma purtroppo il virus è ancora in circolo, e anche se in maniera decisamente ridotta, dobbiamo comunque fare attenzione e prendere le dovute precauzioni.

Ma nonostante questo dobbiamo cercare di pensare positivo, il peggio è alle spalle (si spera) e ora dobbiamo solo provare a ripartire per tornare lentamente alla normalità.

Detto questo però vogliamo avvisarvi che la storia di stasera potrebbe farvi venire un po’ di malinconia, perché è una conversazione scaturita da una serata in discoteca, in riva al mare, con assembramenti legali, zero mascherine e gente che se ne sta indisturbata a meno di un metro di distanza. Vi chiederete perché, e vi rispondiamo subito: correva l’anno 2019. Buona lettura.

#1/6

#2/6

#3/6