“Ciao SpunteBlu. Mi chiamo Roberto e mi sono sbarazzato della mia relazione malata l’anno scorso. Mi controllava di continuo, era gelosa di tutto e di tutti, era possessiva nei miei confronti. Quasi non avevo vita e ogni anno peggiorava. Però anche ora che ci siamo lasciati la situazione non è migliorata, in quanto lei mi tormenta praticamente tutti i giorni.

In certi giorni mi minaccia di mettere presunti video personali su internet, in altri mi manda poesie di amore, si piazza sotto casa con un mazzo di rose, regali e cose così. Dice sempre che vuole combattere per noi e tutto il resto. Ma da combattere c’è ben poco perché è pazza e mi tormenta soltanto. E ieri gliel’ho detto dicendo che non c’è possibilità di tornare insieme, perché voglio essere libero.

Dalla rottura sono una persona nuova e finalmente di nuovo libero. Non c’è un momento in cui mi pento della mia scelta. Di recente ho pure conosciuto una ragazza con cui mi vedo senza pretese e insieme ci divertiamo entrambi. È un rapporto ottimo per me, parliamo e ridiamo molto insieme, e possono pure passare giorni senza scrivermi un messaggio perché non siamo vincolati. Questo è uno screen per farvi capire il nostro rapporto:

Ad ogni modo, ho detto alla mia ex che mi vedo con sta tipa e che non deve più pensarmi. Ha dato di matto, ha iniziato a piangere e a dirmi che sono un traditore. Io però non l’ho mai tradita e adesso che sono single onestamente posso fare quello che mi pare. Lei però dice che potevo aspettare almeno qualche mese prima di uscire con un’altra.

Poi me ne sono andato e lei ha iniziato a scrivermi su WhatsApp tutto il tempo. Voleva sapere quante volte ci siamo visti e se provassi dei sentimenti per lei e se la stavo frequentando già da quando stavamo ancora insieme. Ma non sarebbe stato possibile tradirla poiché mi controllava qualunque cosa.

Sto meglio ora e non devo rimproverarmi. La separazione era l’unica cosa giusta. Non potevo sopportarla al mio fianco. Voleva stare con me 365 giorni all’anno, 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana. Ogni volta che pianificavo qualcosa da solo o con amici si offendeva… Aveva completamente rinunciato alla sua vita. Niente hobby, niente amici. Solo io al centro della sua vita. Non riuscivo più a farlo… Suggerimenti?”