Una ragazza ci scrive:

“Ecco la mia storia: sono stata un anno con un ragazzo e poi l’ho mollato. Siamo comunque rimasti in buoni rapporti (bene o male) perché facevamo parte dello stesso gruppo di amici. Dopo due anni circa lui si rifidanza con una delle mie migliori amiche da bambina e con cui sono in cattivi rapporti ormai.

Una sera accadde che lui ci provasse essendo noi due insieme nella stessa stanza praticamente da soli. Io trasportata dalla situazione ho ricambiato il bacio per un paio di secondi. Ci siamo subito accorti però della situazione che da quel giorno in poi è degenerata.

Dopo aver provato a salvare la sua relazione cercando di coprirlo un po’ e di omettendo le sue richieste di nascondere a lei i fatti (stava da 2 mesi con la ragazza) lei lo aveva lasciato comunque perché le versioni “non combaciavano esattamente” . Tempo neanche un mese e si rimisero insieme.

Intanto anche io mi ero fidanzata (e lo sono attualmente) ma con il mio ex avevo chiuso i rapporti perché, per non far sapere di aver cornuto la ragazza andava in giro a dire ai suoi amici e ai miei (che per fortuna mi conoscono) che la colpa fosse mia e che fossi io la puttana.

Dopo mesi di questo falso vociferare avevo deciso di farlo smettere e avevo mandato alla sua ragazza cornuta tutti gli screen che lo inchiodavano e da lì non ci parlammo più per un anno, ma lui, ancora una volta, era stato perdonato da lei. Dopo un anno è venuto in ginocchio a chiedermi scusa e da quel giorno ci siamo riavvicinati.

Il problema sta nel fatto che da quella volta lui di tanto in tanto continuasse a cercarmi con pretesti inutili e alle volte lanciava anche frecciatine “perché la mattina non ti vedo che ho bisogno di compagnia” ,” ci credi a come saremmo se non ci fossimo mai lasciati?” E così via.

Oltretutto nascondeva alla ragazza che parlasse con me cancellando conversazioni e non dicendole quando magari in un posto dove andava c’ero anche io. Stanca di questo e infastidita l’ho mandato a quel paese e ho ricevuto in cambio insulti e cattivi auguri, tant’è che avevo cercato la ragazza chiedendole di tenersi il cagnolino al guinzaglio.

Tempo una settimana la ragazza lo lascia (finalmente ) e io, entusiasta del fatto non posso fare a meno di scrivere a lui che risponde con una reazione non tanto positiva….”