L’ultimo accesso

Quante volte ci siamo incazzati nel vedere una persona in particolare online su whatsapp senza cagarci di pezza?

Conosco poche persone che se ne sbattono sempre e comunque di dettagli come questi, anzi, forse non conosco proprio nessuno a questo livello di follia, escluse le persone dai 50 anni in su che scrivono buongiornissimo su facebook.

Diciamocelo, questa fissa di stare a controllare gli ultimi accessi, le spunte blu, lo stato e quant’altro è una delle macchie del nostro tempo, ma a noi francamente ce ne frega poco, anche perché se non esistessero questi problemi non avremmo più storie da pubblicare, come per esempio quella che vi presentiamo oggi.

A scriverci un ragazzo, che ci racconta di quando, qualche sera fa, la sua ragazza ha avuto l’ennesimo sclero causato dal suo essere online su whatsapp. Quella a cui assisteremo oggi è solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso di una storia che ci auguriamo possa avere un seguito. Scusate questa punta di sadismo, ma noi, come voi, ci divertiamo a leggere le disavventure degli altri. Buona lettura.

2
3
4
5
'

Commenti

Mentire di fronte alle spunte blu di WhatsApp

Community nata su Facebook il 6 Novembre 2014 ad opera di Marco Weiss, che in una fredda sera d'inverno, ha finalmente incontrato la pazzia dopo aver udito delle strane voci provenire dal suo telefono...

Inviaci i tuoi screen