Le menzogne ai tempi di WhatsApp

Dopo le due clamorose storie accadute l’8 marzo durante la festa della donna, oggi vi presentiamo una nuova e clamorosa avventura. A scriverci è una ragazza che ci racconta di quando ha beccato il suo fidanzato che le mentiva da tempo, e di come, dopo averlo messo alle strette, ha fatto crollare l’immenso muro di cazzate che l’amore della sua vita aveva eretto con tanta fatica e tanto impegno. L’ennesima dimostrazione di come gli smartphone e le app di messaggistica  abbiano da una parte velocizzato e facilitato la comunicazione, ma da un’altra, permesso a certi individui di avere ancora più la possibilità di mettere in piedi un muro di bugie senza essere scoperti, almeno inizialmente, poiché quando non ci si parla di persona e viene meno l’aspetto emotivo, il tono di voce e il linguaggio del corpo in generale, la chat favorisce la nascita delle cazzate.

Se avete anche voi delle storie da volerci raccontare ma ancora non avete fatto gli screen ai vostri messaggi, allora questo è il momento giusto. Vi aspettiamo su Messenger. Buona lettura.

Se vi siete persi le due storie della festa della donna ecco i due link: storia 1 e storia 2

2
3
4
5
6
7
8
'

Commenti

Mentire di fronte alle spunte blu di WhatsApp

Community nata su Facebook il 6 Novembre 2014 ad opera di Marco Weiss, che in una fredda sera d'inverno, ha finalmente incontrato la pazzia dopo aver udito delle strane voci provenire dal suo telefono...

Inviaci i tuoi screen